Si va avanti.
Lunedì 05 Marzo 2012 12:35

Passa il tempo e man mano si mettono a frutto le conoscenze acquisite. Gli scambi di conoscenze coi i trattamentisti ormai diventati amici. Sempre disposti a fare qualche esperimento e scambiare vedute hanno permesso di avere risultati migliori rispetto anche ai dati ottimistici delle acciaierie e di altri trattamentisti.

Tanto e', a titolo di esempio, che se sono stati definiti imbarazzanti 354 J di resilienza (valore migliore) a 55 hrc,  i 362 (valore migliore) a 59 sono un risultato nettamente migliore se non per la misura assoluta per la misura correlata alla durezza.   http://www.mollettaknives.com/progetti/molletta-carthago.html

Quindi i primi dati a questo punto sono davvero imbarazzanti... Per il trattamentista coinvolto.

Non divaghiamo. Considerando che il progetto e le prove ormai hanno qualche anno, attualmente sarebbe possibile fare anche meglio e non solo su quel tipo di acciaio anche su altri. Infatti il trattamento dello sleipner, successivo a quello dell'unimax, ha dato come risultato un forte migliormento nella riduzione delle dimensioni del grano austenitico. Ora come ora non vedo più questi risultati un punto di arrivo ma come base di partenza.

Non resta che attendere la effettiva disponibilità di materiali per qualche nuovo esperimento.